Greenpeace Italia

Terremoto in Giappone, emergenza centrali nucleari

In questa pagina
News - 11 marzo, 2011

Greenpeace esprime le sue condoglianze per le vittime del terremoto che ha colpito oggi il Giappone. Siamo preoccupati per i danni che il terremoto e lo tsunami possono aver provocato agli impianti nucleari, nonché alle altre industrie pericolose come le raffinerie di petrolio e di prodotti chimici.
 

 zoom
Centrale nucleare in Giappone.

Da notizie stampa apprendiamo che sono stati spenti venti reattori nucleari in quattro centrali e che  finora non è segnalato alcun rilascio di radiazioni. Siamo particolarmente preoccupati per gli effetti dello tsunami sugli impianti nucleari, in particolare sulla centrale nucleare di Fukushima, che potrebbe aver danneggiato i sistemi di raffreddamento dei reattori e i depositi dei rifiuti radioattivi. Anche se vengono spenti immediatamente, i reattori devono essere raffreddati e servono grandi quantità di acqua per evitare il rischio di surriscaldamento e fusione.

Continuiamo a monitorare una situazione che è in rapida evoluzione. Ci auguriamo che le indagini sugli impatti agli impianti nucleari e sui rischi per la popolazione e l'ambiente vengano condotte in modo indipendente e comunicate al pubblico.


 

GIOCHIAMO ?

giochiamo


Teoria Applicata - Energia Solare e la successione di Fibonacci

 

The-Secret-of-the-Fibonacci-Sequence-in-Trees-3-537x349-461x300

Un giovanissimo scienzato che, come spesso accade, osservando la natura e come essa raggiunge sempre la massima efficienza, si rende conto che i rami si sviluppano in modo simile sugli alberi, secondo schemi riconducibili alla successione di Fibonacci. Le foglie sono i pannelli solari di ogni alberi, è attraverso di esse che viene catturata l'energia del Sole, e se la natura ha "deciso" questo schema significa che qualche vantaggio c'è ! E così dopo studi ricerche e varie prove, è riuscito a stabilire che pannelli solari disposti seguendo lo schema della successione di Fibonacci e degli alberi, si ottengono prestazioni migliori di almeno il 20%, con punte di miglioramento del 50% quando questi vengono utilizzati nei mesi invernali !!!

Questo a riprova che la natura ha ancora tanto da insegnarci e che dobbiamo imparare ha guardarla in modo diverso. Quello che voglio dire è che l'idea di "preservarla" dai cambiamenti e dalla distruzione è un'idea vecchia, sicuramente giusta ma limitata. La scienza ci ha oramai dimostrato che la durezza della natura, la selezione naturale che essa applica indistintamente, il riciclo totale di ogni sua parte, sono concetti che dobbiamo fare nostri in modo pieno. Questo significa imparare dalla natura e questo è quello che dobbiamo fare se vogliamo non solo "salvare" ma anche "migliorare" il nostro mondo, senza rinunciare a tecnologia, evoluzioni sociali e culturali, e perchè no divertimenti  !!!

La fonte da cui ho tratto ispirazione e informazione :

http://www.ecowiki.it/produrre-energia-solare-grazie-alla-serie-di-fibonacci.html


 

Open Source Ecology Italia logo1

 

Costruire un mondo più ecologico sfruttando le migliori innovazioni per la costruzioni dei nuovi edifici.

Usufruire dei vantaggi che "la rete" può darci per la diffusione della conoscenza.

Aggregare un gran numero di persone legate da obiettivi simili e speranze comuni.

Condividere ciò che è mio affinché possa contribuire al miglioramento di tutti.

Ripartire eliminando il concetto di "accumulazione" che ci sta portando alla rovina.

Divertirsi nel fare cose buone.

Questo è quello che ho trovato nell' OSE OpenSourceEcology Italia , un gruppo conosciuto attraverso Diaspora. Il progetto consiste nel riunire persone con voglia di dedicare tempo per la realizzazione di "villaggi" a basso impatto ambientale. Servono naturalmente conoscenze di tipo tecnico-ingegneristiche o ambientali per il cuore dell' attività, ma sicuramente non saranno disdegnati aiuti di tipo propagandistico, morale, e spero con tutto il mio cuore, aiuti di tipo MANUALE !!!! Ovvero : sai che soddisfazione a partecipare alla costruzioni di un villaggio a impatto ridotto effettivamente funzionante e abitabile, lontano dalle logiche del mercato imposte per approvigionamenti di energia , cibo , materiale , connessione , ragazze!!! Cercherò di aggiornare con gli sviluppi del progetto ed eventuali necessità o appuntamenti, contribuendo per quel che posso.


 

Kyosei

Kyosei è la rete virtuale pensata per tutti coloro che amano la natura in ogni sua forma e vivono all'insegna del rispetto della stessa. Grazie al microblogging, i gruppi e la fantasia degli utenti è possibile creare discussioni grazie alle quali scambiarsi idee, proporre novità e rimane aggiornati su tecniche e notizie che riguardano ecologia, riciclo, riuso creativo e mille altre cose.... Con Kyosei gli utenti possono comunicare attraverso semplici aggiornamenti di stato di 200 caratteri o meno. Potrai inviare messaggi, immagini e video da far vedere a tutti gli utenti! E' facile anche trovare e mettersi in contatto con altra gente per scambiarsi messaggi privati e tenere traccia dei loro aggiornamenti. Tutto questo e molto altro con un'interfaccia chiara ed immediata.

Kyosei è la rete virtuale pensata per tutti coloro che amano la natura in ogni sua forma e vivono all'insegna del rispetto della stessa.


 

grow-the-planet

Re-insegnamo a coltivare un orto ! Questo mi sembra di capire sia l'obbiettivo del progetto. Una volta le conoscenze si passavano di padre in figlio, con il nonno che ti dava le dritte straordinarie, con un fondo di fantasia e uno di saggezza. Bè forse sarà meno romantico, ma certo è che l'urbanizzaione ha cancellato questo bel processo nella vita di molti. Ultimamente quando senti parlare qualcuno che "sta coltivando" pensi subito all' Orange Bud, qui invece stiamo parlando di carote e broccoletti. Un social che mette in contatto persone che vogliano dedicarsi alla creazione di un orto, scambiari consigli su come tirar su pomodori grossi e rossi, e anche proporre forme di scambio di prodotti a kilometri zero. Un ritorno alla vita rurale che, personalmente,è sicuramente auspicabile. Primo perchè la concentrazione di migliaia di persone in pochi km quadrati provoca inevitabilmente inquinamento, due perchè credo che ne guadagneremo in serenità. utilizzare il web per promuovere stili di vita più sani, per allontanare l'attenzione da tutto quello che i media ci "vendono gratis" . Lodevole.

A! bellissima l'idea della geo-localizzazione, così possiamo trovare chi condivide i nostri interessi vicino a noi!!!


 

evoluzione silenziosa

Un progetto molto interessante nato il 1 Gennaio 2012, che adotta una filosofia OpenContent e quindi aperto alla collaborazione di tutti. Si tratta di un'i dea fondamentale : il cambiamento deve essere PERSONALE. Dobbiamo essere noi a cambiare le nostre abitudini facendo maggiore attenzione a ciò che compriamo, a come consumiamo, adottando dei comportamenti che nel tempo costringano i produttori a cambiare le proprie politiche. Sono descritti una serie di "alternative" utilizzabili sul mercato, come i gruppi d'acquisto e gli orti condivisi o l'autoproduzione. Molto interessanti gli articoli sul consumo etico, privilegiando prodotti stagionali, a km zero, e con ridotto uso di imballaggi. Il progetto invita chiunque voglia partecipare ad iscriversi per aggiungere conoscenza e idee, quindi vi invito anche io a farlo, e a leggere i vari articoli che possono dare vari spunti su come ridurre il proprio "peso" sul pianeta. Sperando che prima o poi uno di questi progetti diventi abbastanza forte, riunisca un numero sufficiente di persone da ottenere un vero e proprio potere nei confronti delle autorità e delle imprese. Senza dimenticare però che i primi a dover cambiare siamo noi, nel nostro piccolo, e indurre piccoli cambiamenti nei nostri vicini, senza dover stravolgere nulla d'impatto, ma modificando strutturalmente il modo di vivere.

Un imbocca al lupo al progetto !!!

Joomla templates by a4joomla