Proposta di Banca Popolare Etica per un uso responsabile del denaro e per non essere complici inconsapevoli della crisi finanziaria che ci sta impoverendo tutti!

logo banca etica

la faccenda è un pò complessa quindi leggetelo direttamente sul sito. ildaniel


 

ANTIPOWERPOINT

QUESTA COSA E' FANTASTICA !


 

Il Giappone ferma la caccia alle balene

Dopo le proteste degli animalisti Tokio sospende i suoi piani

Il Giappone ha per ora sospeso il programma annuale di caccia alle balene nelle acque dell' Antartico a causa delle azioni di protesta degli ambientalisti, al punto che la flotta potrebbe anche ritornare a casa.


 

4 Aprile 2011

 
Il satellite dell’ESA Envisat ha misurato in marzo dei livelli minimi record di ozono sul settore euro-atlantico dell’emisfero settentrionale.
 Il record minimo è stato causato da venti insolitamente forti, noti come vortice polare, che hanno isolato la massa atmosferica sul Polo Nord, impedendole di mischiarsi con l’aria alle medie latitudini e generando, così, temperature molto basse.

Durante il mese di marzo questa massa d’aria fredda, colpita dalla luce del sole, ha rilasciato, soprattutto nella parte più bassa della stratosfera, a circa 20 km dalla superficie, atomi di cloro e bromo, prodotti dei clorofluorocarburi (CFC), che distruggono l’ozono.

Lo strato atmosferico di ozono si trova a circa 25 km di altitudine e agisce da filtro solare, proteggendo gli organismi viventi sulla Terra dai nocivi raggi ultravioletti, che possono essere dannosi per la vita marina e aumentare il rischio di cancro della pelle.

Le temperature stratosferiche nell’Artico mostrano forti variazioni da inverno a inverno. L’ultima volta che si sono registrate temperature stratosferiche insolitamente basse sul Polo Nord è stato nel 1997. I ricercatori stanno tentando di capire perché in questi due anni gli inverni artici siano stati così rigidi e se questi eventi, apparentemente casuali, siano invece statisticamente correlati al cambiamento climatico globale.

Mark Weber dell’Università di Brema ha dichiarato: «Le misurazioni effettuate dagli strumenti Sciamachy, MIPAS e GOMOS a bordo di Envisat stanno fornendo informazioni uniche sull’ozono, che aiuteranno i ricercatori a separare cambiamenti chimici e dinamici e ad identificare l’influenza del cambiamento climatico sulla stratosfera. È perciò essenziale che questi strumenti continuino ad effettuare tali misurazioni il più a lungo possibile».

 articolo tratto da EUROPEAN SPACE AGENCY ITALIA


Acqua su Marte

acqua su marte

Nuove immagini scattate dal telescopio HiRISE sembrano indicare la presenza di acqua allo stato liquido che scorre sulla superficie del pianeta rosso durante l' estate marziana. Non esistono prove certe ma l'ipotesi sembra molto probabile. Durante il periodo estivo la temperatura al suolo si aggira intorno ai zero gradi centigradi e questo permetterebbe all' acqua salata di sciogliersi e formare delle piccole colate. L'ipotesti è affascinante scientificamente parlando, in quanto rende il pianeta ancora geologicamente vivo e con la presenza di elementi, quali l'acqua e sali minerali disciolti, necessari alla presenza della vita. Inoltre anche in caso di progetti di colonizzazione la possibilità di avere dell' acqua a disposizione è molto importante.

Dopo aver oramai esplorato fotografato googlemappizzato tutta la terra, ricomincerà forse l'avventura dell' umanità alla ricerca di nuove terre. Ma l'uomo è cresciuto nel frattempo...? L'evoluzione culturale , le lotte sociali , il riconoscimento dell' esistenza di diritti inalienabili , daranno ai nuovi esploratori la forza di non compiere gli errori che sono stati fatti in passato? O avremo nuovamente conquiste , saccheggi , cancellazione delle forme di vita autoctone , in poche parole INVASIONE ?


 

Echelon

 

 

432px-Menwith-hill-radome

 

da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
 
 
ECHELON (in italiano si tradurrebbe con scalone o gradino) è un nome in codice utilizzato dalle agenzie di spionaggio degli Stati Uniti per indicare un sistema di sorveglianza ed intercettazione satellitare. Per estensione, la Rete ECHELON indica il sistema mondiale d'intercettazione delle comunicazioni private e pubbliche (SIGINT), elaborato da Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Australia, e Nuova Zelanda nel quadro del trattato UKUSA.


 

! 2012 !

INVERSIONE DEL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE...

- articolo tratto da wikipedia qui -

È ormai noto come il campo geomagnetico non sia stazionario ma soggetto a variazioni temporali in direzione ed intensità. Lo studio della magnetizzazione delle rocce del passato geologico ha mostrato come il campo sia stato soggetto a inversioni di polarità magnetica (Epoche, Eventi ed Escursioni), la cui ricorrenza sembra essere casuale, e che interessano simultaneamente tutte le regioni della Terra.

A partire dagli anni sessanta, lo studio della successione delle polarità magnetiche nelle successioni rocciose (Magnetostratigrafia) ha portato alla compilazione di una prima “Scala delle Polarità Geomagnetiche” (GPTS). Questa fu definita, e poi via via raffinata e ampliata, con il contributo di numerosi studi condotti in diverse parti del globo su rocce ignee datate isotopicamente, su sequenze stratigrafiche sedimentarie datate tramite gli isotopi o la biostratigrafia, e tramite l’interpretazione delle anomalie magnetiche misurate sui fondali marini.

Anche se i cambiamenti nella direzione del campo geomagnetico sono meglio conosciuti per gli ultimi 5 milioni di anni, oggi disponiamo di informazioni, sia pur discontinue, sui cambiamenti di polarità degli ultimi 80 milioni di anni e che si estendono, sia pur con minore dettaglio, fino ad arrivare a 170 milioni di anni fa.

All’interno di ciascuna Epoca magnetica esistono poi degli “Eventi” geomagnetici riconosciuti a scala globale, e delle “Escursioni” più brevi, la cui durata è per definizione inferiore ai 30.000 anni.

L’Epoca in cui viviamo oggi è definita, per convenzione, a polarità normale, è chiamata Brunhes ed è cominciata circa 780.000 anni fa. Precedentemente vi è una epoca a polarità inversa detta di Matuyama, quindi ancora normale l'epoca di Gauss, poi inversa di Gilbert e così via di seguito.

... E IL LUNGO COMPUTO NEL CALENDARIO MAYA

- articolo tratto da wikipedia qui -

Non si usava numerare gli "anni" né del ciclo Tzolkin, né del ciclo Haab. Invece si utilizzava il Lungo computo: una numerazione progressiva dei giorni in un sistema di numerazione posizionale misto in base 13, 18 e 20. Precisamente si trattava di un numero di cinque "cifre": la prima (quella delle "unità") in base 20, la seconda (le "decine") in base 18, la terza e la quarta di nuovo in base 20, la quinta in base 13. Queste "cifre" si scrivono da sinistra a destra, come per i numeri arabi (quelli che usiamo normalmente); nella notazione moderna, si scrivono i numeri corrispondenti separati da punti, ad esempio 12.19.13.7.18 (corrispondente al 5 luglio 2006).

Il ciclo completo del Lungo computo era quindi di 20×18×20×20×13 = 1872000 giorni (circa 5125 anni), ed era multiplo del ciclo Tzolkin di 260 giorni. Le prime quattro cifre si contavano a partire da 0 (quindi la seconda andava da 0 a 17, le altre da 0 a 19), la quinta invece andava da 1 a 13. Il primo giorno era il 0.0.0.0.1 , il 21 dicembre 2012 sarà il 13.0.0.0.0 (4 Ahau nel ciclo Tzolkin).

L'unità più piccola del Lungo computo era il giorno, detto K'in.

I periodi dopo i quali si ripeteva ciascuna cifra avevano i seguenti nomi:

20 giorni (prima cifra): uinal
360 giorni (seconda cifra, 18×20 = 360): tun
7200 giorni (terza cifra, 20×360 = 7200): k'atun
144000 giorni (quarta cifra, 20×7200 = 144000): b'ak'tun
la quinta cifra si ripete dopo il ciclo completo di 1872000 giorni (13×144000 = 1872000).
Secondo i maya, ciascun ciclo del Lungo computo corrisponde ad un'era del mondo; il passaggio da un'era all'altra è segnata dunque da un cambiamento positivo preceduto da eventi più o meno significativi. Il ciclo attualmente in corso, che secondo la mitologia maya è il quarto, è iniziato il 11 agosto 3114 a.C. ed è molto vicino al termine: il nuovo ciclo inizierà il 21 dicembre 2012.[1]

Il Lungo computo dei calendari mesoamericani è alla base di una credenza New Age, prevista per la prima volta da José Argüelles, che un cataclisma avverrà il giorno 21 dicembre 2012 o in vicinanza ad esso, una previsione considerata sbagliata dalla corrente principale degli studiosi degli antichi Maya, eppure è comunemente citata nei mezzi di comunicazione di cultura popolare come il problema del 2012.

"Per gli antichi Maya, si doveva tenere un'enorme celebrazione alla fine di un intero ciclo" dice Sandra Noble, la executive director della Foundation for the Advancement of Mesoamerican Studies, Inc. a Crystal River in Florida. "Rendere il 21 dicembre 2012 come un Giorno del giudizio o un momento di cambiamento cosmico" dice "è una completa invenzione e una possibilità per molte persone di fare profitto"[2]

Joomla templates by a4joomla